Valleversa.it dove si trova la Valle Versa astigiana
 

La Valle Versa Astigiana:
HOME
IL TORRENTE VERSA
LE CHIESE ROMANICHE
I CASTELLI
LE FOTO D'EPOCA
LE IMMAGINI
IMPIANTI SPORT e SVAGO
MERCATI e MERCATINI
LE BIBLIOTECHE
DOCUMENTI e CuriositÓ
UN ANNO di FESTE ed EVENTI
LIBRI - TESI SULLA VALLE

La Valle giorno per giorno:
APPUNTAMENTI ora per ora
ULTIM'ORA - NEWS
EVENTI ASTIGIANI
PREVISIONI METEO
VALLEVERSA nel WEB

Le realtÓ operanti nella Valle:
 LE COMUNITA' COLLINARI
 MONFERRATO-VALLEVERSA
 UNIONE VERSA ASTIGIANO
 VAL RILATE
 ALTRE ASTIGIANE
I COMUNI
LE ATL
L'ECOMUSEO BMA
GLI AGRITURISMO
I RISTORANTI
ALBERGHI - Bed & Breakfast
OFFERTE TURISTICHE
 
Community di Valleversa.it:
CHI SIAMO - IL PROGETTO
FORUM
SONDAGGI
BLOG - WEB LOG
NEWSLETTER
LIBRO DEGLI OSPITI
CHAT
COLLABORA CON NOI !
CONTATTACI

  Cerca su Valleversa.it:


tramite

Google: áYahoo:

la newsletter di Valleversa.it
inserisci il tuo indirizzo e-mail


vuoi saperne di pi¨? clicca qui

 

 

 

ritorna alla pagina sulle ComunitÓ Collinari
della Valle Versa

il Logo della ComunitÓ Collinare Monferrato Valleversa

Monferrato Valleversa

La comunitÓ Collinare Monferrato Valle Versa Ŕ composta dall'unione dei Comuni di:

  • Calliano

  • Castell'Alfero

  • Portacomaro

  • Tonco

questi i recapiti

- La data di costituzione della ComunitÓ Ŕ il 30.11.2000.
- La popolazione Ŕ di circa 6.736 abitanti
(anno 2001).
- Il presidente attuale Ŕ il sindaco di Castell'Alfero, assessori sono invece i sindaci degli altri Comuni.

i Comuni della ComunitÓ Collinare Monferrato Valleversa


PRESENTAZIONE DELLA COMUNITA' COLLINARE 
MONFERRATO VALLE VERSA
tratta dal giornale Noi di Castell'Alfero del dicembre 2000

E' nata il 30 novembre 2000, con la sottoscrizione dell'Atto Costitutivo da parte dei Sindaci, presso il Comune di Castell'Alfero, l'Unione di Comuni "ComunitÓ Collinare MONFERRATO VALLE VERSA" tra Calliano, Castell'Alfero, Portacomaro e Tonco.
La convinzione politica non Ŕ mancata, visto il voto unanime del Consiglio Comunale sia nell'adesione di massima che in quella definitiva.
Nessuna esitazione anche sulla sede in Tonco, vista la volontÓ dei Sindaci di collocarla proprio nel Comune pi¨ piccolo, a dimostrazione concreta della pari dignitÓ di tutti i Comuni e dell'intento forte di garantire uno sviluppo equilibrato di tutto il territorio dell'Unione.
Certo, rispetto ad una ComunitÓ che avrebbe compreso tutti i Comuni del Nord-Est astigiano, si Ŕ scelto una realtÓ pi¨ piccola e quindi meno rappresentativa nel panorama locale, ma certo pi¨ flessibile nella gestione, fattore non secondario proprio nelle fasi di avvio di un nuovo ente. 
Del resto non si escludono future aggregazioni con le ComunitÓ vicine.
L'Unione parte dunque decisa e motivata per:

  • coordinare le politiche dei quattro Comuni;

  • realizzare economie in alcuni servizi oggi gestiti a fatica dai singoli Comuni o addirittura non attivati, con il trasferimento immediato in capo all'Unione delle funzioni di ragioneria, sportello unico delle imprese, protezione civile, trasporto scolastico, valutazione del personale, controllo di gestione e raccolta dei rifiuti; 

  • favorire un equilibrato sviluppo delle aree produttive per sostenere l'occupazione e l'economia locale.

  • valorizzare il territorio ed i prodotti locali che, partendo da prodotti di punta giÓ affermati, come il Grignolino di Portacomaro, gli agnolotti d'asino di Calliano e il fritto misto di Callianetto, cercherÓ di valorizzare il pregiatissimo tartufo della Valle Versa; senza dimenticare manifestazioni quali la Giostra del Pitu di Tonco, il Palio Ragliante di Calliano ed il Carnevale di Gianduja 'd Callianet o monumenti di prestigio come il gioiello architettonico del Castello degli Amico di Castell'Alfero.

Si tratta di una realtÓ dinamica, popolata da oltre 7000 abitanti in netta crescita demografica, che cercherÓ di creare sempre migliori condizioni di vita per i suoi cittadini e per insediamenti industriali e artigianali.
Si collaborerÓ con il Comune di Asti, al fine di coinvolgere nei progetti della ComunitÓ le frazioni di Castiglione, Portacomaro e Valmaggiore.
Da evitare la creazione di una sovrastruttura poco efficiente, con l'obiettivo al contrario di svolgere meglio ci˛ a cui oggi i singoli Comuni non riescono a far fronte o fronteggiano a fatica, lasciando ad essi ci˛ che fanno giÓ oggi in modo efficace.
Da sottolineare il fatto che il nuovo Ente dovrÓ vivere dei contributi previsti dallo Stato e dalla Regione per tali forme associative comunali e dei risparmi di risorse che i Comuni avranno a fronte dei servizi erogati dall'Unione, con tassativa esclusione di nuove tasse o versamenti aggiuntivi a carico dei cittadini.
Altro punto fondamentale Ŕ che l'accentramento all'Unione di servizi e funzioni oggi in capo ai Comuni non riguarderÓ gli sportelli ai cittadini, al contrario da potenziare sul territorio.
Importante ricordare che l'Unione non prevede assolutamente la fusione dei Comuni, i quali restano pertanto in vita quali soggetti politici fondamentali, emanazione diretta della volontÓ del popolo, suo primario ed insostituibile punto di riferimento.
Ora la sfida Ŕ di tradurre un progetto potenzialmente utile in nuovi servizi concreti per i cittadini, senza aggravi di costi o appesantimenti burocratici.

 


visita n░  

sali ad inizio pagina

torna alla home

VALLEVERSA.it
la bella vallata astigiana 
info@valleversa.it
  - fax 0141 904722

- martedý 26 luglio 2005

Fase Web ę2002-05