FORUM VALLEVERSA.it
FORUM VALLEVERSA.it
Nome utente:
Password:
Salva password
Hai perso la Password?
 
 Elenco dei forum
 VARIE ED EVENTUALI sulla Valle Versa
 info su Cavalletta dalle ali rosa

 Versione stampabile
 
Autore Discussione indietro Discussioni Discussione successiva  
Amministratore
Responsabile Forum


Italy
6563 messaggi
Inserito il - 26 Giugno 2005 :  09:09:47  Visualizza profilo  Rispondi citando Bookmark and Share
l’Assessorato Agricoltura, Caccia e Pesca della regione Piemonte fornisce alcune informazioni sulla CAVALLETTA DEI PRATI DALLE ALI ROSA - Calliptamus italicus italicus (Linnaeus, 1758)

Il callittamo è la cavalletta dalle ali rosa che nel corso del 2004 ha provocato numerosi danni in Piemonte.
Si tratta di una specie estremamente polifaga, che si nutre di solito di piante erbacee: ha danneggiato infatti medicai, prati polifiti e diverse piante da orto quali leguminose, patate, cardi, pomodori, zucchine e cavoli.
In alcuni casi la specie è stata segnalata nutrirsi di foglie di vite con preferenza per le foglie basali, mentre tralascia abitualmente i capi a frutto.

Descrizione
L’adulto è di medie dimensioni, con lunghezza del corpo oscillante tra 15 e 23 mm per il maschio e tra 23 e 34 mm per la femmina.
Il colore fondamentale varia dal bruno-grigiastro al rosso-bruno.
Le ali posteriori membranose presentano un bel colore rosa vivace.

Ciclo biologico
Il calliptamus italicus sverna allo stadio di uova racchiuse in ooteche deposte nel terreno fino a 10 cm di profondità, in aree normalmente abbastanza circoscritte, chiamate “grillare”.
In primavera, a partire dalla fine del mese di aprile, i giovani fuoriescono dalle ooteche prolungando le nascite anche fino all'inizio di agosto; essi attraversano diverse età neanidali (tre) e ninfali (due) caratterizzate queste ultime dai tipici abbozzi alari.
In caso di forti infestazioni i giovani ricoprono interamente il terreno per diversi metri quadrati riunendosi in massa al calar del sole su pietre e altri rilievi, rimanendo inattive fino al mattino successivo.
I primi adulti (cioè esemplari con ali completamente formate) compaiono a partire dalla fine di giugno e cominciano ad accoppiarsi dalla fine di luglio mentre le ovideposizioni si osservano a partire dai primi di agosto.
Nel periodo di ovideposizione le femmine si radunano in aree ristrette distribuendosi in modo irregolare e prediligendo terreni compatti, ben drenati, non lavorati, preferibilmente esposti a sud e privi di copertura arborea come i bordi declivi degli appezzamenti, strade campestri ecc. ecc.
Le uova sono deposte in gruppi di 25-40 all'interno di ooteche dall'aspetto simile ad un cannello ricurvo e formato dal secreto di ghiandole particolari impastato con particelle di terreno.
Ogni femmina è in grado, nel periodo riproduttivo, di deporre da 4 a 6 ooteche.

Difesa
Le possibilità di intervento sono limitate.
Per la bonifica di aree infestate dalle cavallette è opportuno affrontare un programma di lotta poliennale.
E' consigliabile avvalersi di alcune semplici tecniche agronomiche per ridurre l'infestazione iniziale: sostanzialmente non mantenere prati e medicai oltre il loro normale periodo di vita e, se possibile, individuare i siti di ovideposizione, nelle zone preferenziali precedentemente descritte, e ivi praticare lavorazioni al terreno con la distruzione meccanica delle ooteche prima della schiusa delle uova.
Durante il periodo di nascita delle neanidi o comunque sulle prime fasi giovanili sono possibili tentativi di contenimento dell'infestazione con mezzi meccanici idonei (es. rulli) od eventualmente chimici effettuando i trattamenti nelle ore serali o notturne quando le neanidi sono concentrate ed immobili.
Risultano pressoché inutili trattamenti insetticidi sugli adulti.


---------------------------------------------------
Per ogni informazione rivolgersi a
Catarina Chersi tel. 011 4325158 - 4323712
Gianfranco Brussino Tel. 011/4323731

   

 Versione stampabile
Vai a:

Utenti connessi in questo momento al Forum: 1 Anonimo.

FORUM VALLEVERSA.it

pagina vista n°     | info@valleversa.it  | made by  Fase Web 

© 2002-2012 Fase Web

Torna Su

Snitz Forum
versione italianizzata da webmasterpoint