Valleversa.it dove si trova la Valle Versa astigiana
 

Le chiese romaniche della
Valle Versa Astigiana:
HOME VALLEVERSA
CHIESE ROMANICHE - HOME

Montiglio: S. Andrea
Montiglio: S. Lorenzo
-  S. Lorenzo: le sculture
Scandeluzza: 
    S.S. Fabiano e Sebastiano
Scandeluzza: Sant'Emiliano
Colcavagno: S. Vittore
Montechiaro: 
    S.S. Nazario e Celso
Montechiaro: 
    S. Maria di Pisenzana
Corsione:
    S. Maria di Aniceto
Castell'Alfero
    Madonna della Neve
Calliano: S. Pietro
Portacomaro: S. Pietro

 

ALTRE CHIESE ASTIGIANE
Albugnano - Vezzolano
Aramengo
Buttigliera
Camerano
Cinaglio
Chiusano
Moransengo
Castelnuovo Don Bosco
Rocchetta Tanaro
Cortazzone
Bagnasco di Montafia
Montafia
Cerreto
Rocca d'Arazzo
Tonengo
Montemagno S. Vittore
Montemagno S. Maria
Piov Massaia
Settime
Viarigi

 

ALTRE CHIESE TORINESI
Andezeno
Mombello Torinese
S. Sebastiano Po
Cavagnolo
Brusasco


la newsletter di Valle Versa.it
inserisci il tuo indirizzo e-mail


vuoi saperne di pi? clicca qui

 

 

 

 

chiese romaniche della Valle Versa

S. Pietro di Portacomaro

 


la facciata







gli archetti pensili monolitici della facciata








la posizione elevata su via Brofferio






l'obl destro della facciata con anello decorato






l'abside con gli affreschi







affresco absidale che raffigura San Pietro

Questa chiesa si trova ai margini dell'abitato di Portacomaro Paese sulla strada che conduce verso Scurzolengo, viale Degiani.
L'edificio situato quasi al termine del viale, in un parco privato ove un tempo sorgeva l'antico cimitero; la si trova in alto sulla destra, quasi a dominare lo stesso viale Degiani.
E' stata recentemente restaurata (inaugurazione il 6 maggio 2000) ed illuminata, fornita di scala di accesso in mattoni a vista con scalini in pietra, inoltre stata rimossa la vegetazione che la nascondeva e soffocava. Alla scala si accede direttamente dal viale tramite un cancello pedonale.
La chiesa di propriet privata, per stata data in gestione per trent'anni al Comune di Portacomaro; per visitarla contattare il Municipio in piazza Roggero 7, telefonicamente allo 0141 202128
 


Questa chiesa fu costruita probabilmente nel XII secolo e fu la prima parrocchiale del paese.
Nel 1345 viene citata come dipendente dal monastero di San Bartolomeo di Azzano.
Nel 1583 San Pietro una chiesa cimiteriale, senza pavimento ed in rovina
Nel 1585 risulta restaurata ma   fuori dall'abitato, nel quale si celebra nella recente chiesa di San Bartolomeo. La si usa raramente.
Nel 1836 era in discrete condizioni e la sua manutenzione era curata dal Comune.
 


La facciata a capanna, con blocchi squadrati di arenaria che si alternano a mattoni.
Sulla porta un grosso architrave, restaurato da un'ampia crepa, sormontato da un semicerchio a blocchi d'arenaria.
Ai lati della porta in alto due obl conici, ornati da un anello scalpellato, ricavati ciascuno in un unico blocco di pietra. 
Il coronamento ad archetti pensili rampanti, i pi esterni sono in pietra monolitici, quelli pi centrali sono in cotto.

La parete sud presenta una porta d'accesso e due finestrelle.
La parte della parete verso la facciata, costruita con gli originari blocchi di pietra, ha il coronamento ad archetti pensili, mentre il resto del lato edificato quasi completamente in mattoni, senza coronamento, segno di una ricostruzione postuma.
Inserita nei mattoni vi una grossa croce in cotto. 

La pianta dell'edificio rettangolare, manca la consueta abside semicircolare; misura circa 15 metri di lunghezza per 6 di larghezza.

L'interno presenta nella zona absidale una volta a crociera decorata, segno di una riedificazione gotica o posteriore. Sempre nell'abside vi sono alcuni affreschi raffiguranti S. Pietro e S. Lucia a sinistra, al centro la Madonna, Ges crocifisso e S. Giovanni, a destra un altro personaggio; sulla parete sud vi sono raffigurati S. Antonio e S. Sebastiano.
L'altare in muratura.
Sulla parete nord vi sono due lapidi, una in pietra, l'altra affrescata.
Vi una botola di un sepolcro al centro, ad un paio di metri dal portone d'ingresso


il fianco sud






l'architrave sopra la porta d'ingresso






la croce in cotto del fianco sud






il soffitto a crociera dell'abside







il fianco nord








particolare della volta a crociera dell'abside

 

BIBLIOGRAFIA:
- DE STEFANO L. VERGANO L. - Chiese romaniche nella provincia di Asti - 1960
- PITTARELLO Liliana - Le chiese romaniche delle campagne astigiane - 1984 - 2002
- VALENTE Tiziana ZANCHETTIN Ferruccio - Chiese romaniche nella provincia di Asti

visita n  

sali ad inizio pagina

torna alla home

VALLEVERSA.it
la bella vallata astigiana 
info@valleversa.it
  - fax 0141 904722

- mercoled 13 agosto 2003

Fase Web 2002-2004